Viaggi Avventura

Escursionismo, trekking, walking, MTB, orientamento, cartografia, gps ed annessi

QUI trovate tutti i link sulla cartografia ufficiale consultabile online (con la cartografia satellitare COMPLETA della Puglia!)!
Avatar utente
Dùnadan
Radice Pentaxiana
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/12/2008, 11:32
Nome: Giuseppe
Località: Monopoli
Contatta:

Viaggi Avventura

Messaggioda Dùnadan » 12/07/2009, 12:38

Non ricordo se è già stato segnalato, ma ieri sera, parlando con un collega di Paolo P., è uscito il nome di questo sito:
http://www.viaggiavventurenelmondo.it/
Lui partirà in agosto per il viaggio in Turchia...
io se dovessi scegliere, senza dubbio, questi:
http://www.viaggiavventurenelmondo.it/n ... i/9680.php
http://www.viaggiavventurenelmondo.it/n ... i/9800.php
Pierl, adesso immagina questo subito dopo la tua laurea...con le nostre Pentax appresso... (dov'è la faccina sbavarrapata? :mrgreen: )
Sarebbe abbastanza indimenticabile ;)
Qui un resoconto video del secondo ;)
http://www.videoraccontidiviaggio.it/in ... fuoco.html
Mae govannen!
Pentax k200d + SIGMA 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM + DA 16-45/4 + FA 50/1.4 + Tamron SP AF90mm f/2.8 Di Macro 1:1 + DA 55-200/4-5.6 + Flash Metz 48 AF-1 + analogica :)
La mia galleria su Flickr
Pentax Photo Gallery

Avatar utente
Dùnadan
Radice Pentaxiana
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/12/2008, 11:32
Nome: Giuseppe
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Viaggi Avventura

Messaggioda Dùnadan » 12/07/2009, 12:51

Per rimanere su qualcosa di più fattibile ed economico:
http://www.viaggiavventurenelmondo.it/n ... i/6695.php

Riporto per comodità ;)

Il trekking con i muli non è differente da un trekking a piedi tradizionale, se non per il fatto che i viaggiatori sono liberi dai bagagli ed il gruppo può godere di una completa autonomia: tutto ciò che può servire è portato sugli animali, e ciò permette di staccarsi per qualche giorno da qualunque tipo di motore.

PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI
Parcheggiate le auto a Visso, antica città posta ai piedi dei monti Sibillini, iniziamo il nostro trekking dalla deliziosa piazzetta nel centro paese. Ci dirigiamo verso Sud seguendo una comoda strada sterrata attraverso la quale raggiungiamo i Casali dell’Acquaro, da qui scendiamo all’antica abbazia di Sant’Eutizio, sede di una antichissima scuola di chirurgia.
Riasaliamo la valle del fiume Campiano ed andiamo pernottare presso il Rifugio nel suggestivo borgo di Campi Alto (900 m.) ai piedi di Monte Patino. Siamo entrati nel comune di Norcia. Il secondo giorno ci impegneremo nella risalita della Valle Cerasa sino alla forca di Giuda (1794 m.) ci affacceremo sul grande altipiano di Castelluccio di Norcia. Siamo nel cuore del Parco dei Monti Sibillini. Scendiamo a pernottare in Val di Canatra nei pressi del caratteristico paesino di Castelluccio conosciuto anche per la tipica lenticchia che potremo gustare insieme agli altrettanti rinomati salumi di Norcia. La mattina del terzo giorno ci incammineremo lungo la dorsale che contorna il Pian Grande, una enorme depressione completamente piatta che all’inizio dell’estate si ricopre di fiori. Ad est il Monte Vettore si alza ben oltre i duemila metri, a sud si possono osservare i monti della Laga mentre ad ovest sotto di noi ammireremo il Piano di Santa Scolastica con la città di Norcia al centro. Raggiunta la sella dei Monti del Sole incontreremo la strada statale che unisce Norcia a Castelluccio e lì termineremo il nostro trekking. Andando a recuperare le nostre auto con mezzi pubblici o privati sarà molto piacevole gustare una birra fresca nella incantevole piazza di San Benedetto a Norcia.

PARCO NAZIONALE DEI MONTI DELLA LAGA
Con mezzi propri raggiungiamo la località di Ceppo (1330m), nel cuore del Parco Nazionale della Laga, punto di partenza del nostro trek di tre giorni. (Ceppo si può raggiungere passando per la Via Salaria sino ad Acquasanta Terme poi seguendo la direzione di Morrice ed infine inerpicandoci sui contrafforti orientali del Pizzo di Sevo per mezzo di una strada tortuosa ma asfaltata.)
Partiamo da Ceppo entrando nel Bosco della Martese, una delle sempre più rare aree di wilderness presenti in Italia. Poco accessibile, ma di incomparabile bellezza. Iniziamo a salire per raggiungere la cascata della Morricana con il suo salto di 40 metri immersa in un mare di verde. Dopo pranzo continuiamo in salita sino a raggiungere la località Stazzi, dove, dopo aver sistemato muli e bagagli, piazzeremo il nostro primo campo vicino al torrente. Siamo molto lontani dal mondo caotico delle città. La sveglia ce la da il sole che sorge proprio di fronte a noi, per oggi è prevista una bella camminata con la salita ad alcune cime. La prima, il Pizzo di Moscio è facoltativa, mentre sulla seconda ci passeremo tutti ed è il Monte Gorzano (2458m). Scendendo entreremo nella fantastica Valle delle Cento Fonti, così chiamata perché dai suoi fianchi coperti di prati verdissimi scendono a valle più di cento torrenti. Di fronte a noi tutto il massiccio del Gran Sasso dove la neve si attarda sino ad estate inoltrata. Campeggeremo nei pressi della sorgente Mercurio vicino agli ovili. Il terzo giorno di trekking prevede l'escursione fino al paese di Campotosto, situato sulle rive dell’omonimo lago. Lasciamo la valle delle Cento Fonti e ci dirigiamo ad ovest salendo sino al valico Sella Laga (1976 m.) da dove potremo ammirare l’intero lago di Campotosto. Lentamente scendiamo sino al paesino dove potremo concludere in bellezza la nostra avventura gustando un buon piatto di spaghetti all’amatriciana. Con mezzi pubblici o privati, torneremo a recuperare le nostre auto.

PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO D’ITALIA
Dal lago di Provvidenza (raggiungibile in auto seguendo la S.S. del Gran Sasso n° 80 al Km 34), entriamo nella Valle del Chiarino. Qui il mondo sembra quasi dividersi: a destra la pietra arenaria dei lussureggianti monti della Laga, a sinistra la pietra quasi dolomitica, aspra, dura del Gran Sasso. Al termine del primo giorno campeggeremo nei pressi della Masseria Vaccareggia a circa 1500 metri di quota.
Siamo dentro al massiccio del Gran Sasso, oggi abbiamo a disposizione due itinerari: uno più faticoso, che porta sulla cima del Monte Corvo (2623m) e l'altro, più tranquillo, che gli passa lungo i suoi fianchi. In entrambi i casi si arriverà alla Fonte del Venacquaro. Metteremo le tende al centro di una piccola depressione circondata dalle cime del Intermesoli (2635 m.), Cefalone (2533 m.) e Malecoste (2425 m.), dove sovente pascolano allo stato brado cavalli e mucche. Il terzo giorno, dopo aver smontato il campo e montato i muli con i bagagli, saliremo alla Sella dei Grilli, per poi scendere dentro Campo Pericoli puntando al valico della Portella (2260 m.) Grande panorama sulle cime dolomitiche del Corno Grande e chi se la sentirà potrà salire sulla cima della Cima Occidentale (2912m), la vetta principale del Gran Sasso. Chi invece preferirà seguire la carovana con i muli raggiungerà in breve l’albergo Campo Imperatore punto di arrivo del trekking da dove, con mezzi privati, torneremo a recuperare le nostre auto.

l dislivelli medi giornalieri si aggirano sui 700 m., mentre la durata media delle escursioni giornaliere sarà di 5-6 ore, soste escluse.
D’accordo con le guide/mulattieri si potrà salire su alcune cime facoltative ma in questo caso si deve tenere conto che bisognerà impegnarsi su dislivelli superiori che, per la cima del Corno Grande, può arrivare ai 1400m. In ogni caso viaggeremo con lo zaino di giornata, dato che il grosso del peso lo porteranno i muli.
I percorsi sono tecnicamente facili, anche se in alcuni brevi tratti occorre non soffrire di vertigini: d'altronde dove passano i muli, non dovremo trovare difficoltà a passare anche noi. Cammineremo ad un ritmo tranquillo per godere le mille cose che incontreremo lungo il cammino, ma occorre avere un discreto allenamento, visto che cammineremo ogni giorno.
Attenzione è possibile unire i singoli itinerari proposti tra loro, trasformando così il trekking di tre giorni in uno di sei o, addirittura, di nove.
Mae govannen!
Pentax k200d + SIGMA 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM + DA 16-45/4 + FA 50/1.4 + Tamron SP AF90mm f/2.8 Di Macro 1:1 + DA 55-200/4-5.6 + Flash Metz 48 AF-1 + analogica :)
La mia galleria su Flickr
Pentax Photo Gallery

Avatar utente
Dùnadan
Radice Pentaxiana
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/12/2008, 11:32
Nome: Giuseppe
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Viaggi Avventura

Messaggioda Dùnadan » 12/07/2009, 12:53

Quando partiamo?
:mrgreen:
Mae govannen!
Pentax k200d + SIGMA 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM + DA 16-45/4 + FA 50/1.4 + Tamron SP AF90mm f/2.8 Di Macro 1:1 + DA 55-200/4-5.6 + Flash Metz 48 AF-1 + analogica :)
La mia galleria su Flickr
Pentax Photo Gallery

Avatar utente
SottoTerios
Amministratore
Messaggi: 1485
Iscritto il: 08/12/2008, 12:45
Nome: Pierluca
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Viaggi Avventura

Messaggioda SottoTerios » 13/07/2009, 11:52

giusè, ti confesso che al viaggio post-laurea c'avevo già pensato ... però, come dire, è "un pelo" + "osè"!! :twisted:

avevo intenzione di fare 1-3 mesi in AFRICA! in qualche missione, come i "vecchi tempi" ma + "hard"! 8-)

Il costo è quello del biglietto aereo + l'offerta da lasciare alla/e missione/i che ti ospitano (vitto e alloggio!) in cambio di aiuti/lavori sul posto! 8-)

A differenza degli altri viaggi che ho fatto, in questo volevo fare anche delle escursioni fotografiche e offroad nelle riserve! 8-) Insomma BELLO!!! :twisted:

... però appunto è in africa ... con tutti i rischi e le "poche comodità" del caso! :roll:

... ad ogni modo ci debbo ancora pensare bene ... non è una cosa che và presa alla leggera!! ;)

... però la compagnia (volenterosa) è sempre ben accetta (anche se il numero max totale di partecipanti è 3-4 per problemi di spostamento con i mezzi)!! ;)
Immagine

--> http://teriosclubitalia.forumup.it/ <--
--> http://it.youtube.com/user/SottoTerios <--

- Daihatsu Terios 2006 1.5 SX Silver GreenPowered
- Pentax K-r & Pentax K10D + Pentax 55-300 F4-5.8 + Tamron 28-75 F2.8
- Samsung EX1 F1.8 / 24-72mm eq.


Torna a “A tutta AVVENTURA!”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti